Bere

Dalla vigna alla bottiglia, con amore.

Trerè è un’azienda vinicola situata sulle bellissime colline di Faenza. Cinquant’anni di storia e la grande passione per la vite ci permettono oggi di imbottigliare i nostri vini ed esportarli in tutto il mondo, ma l’amore per la nostra terra e le nostre origini non sono minimamente cambiate: siamo un’azienda vinicola moderna, che insegue costantemente la qualità, una qualità che mettiamo a disposizione anche di coloro che non rinunciano al rito dell’imbottigliamento e al gusto genuino del vino sfuso.

Presso l’azienda vinicola Trerè, oltre a tutte le bottiglie disponibili sia sul nostro e-shop che nel nostro negozio fisico interno all’azienda vinicola, è infatti possibile acquistare alla mescita i nostri vini, gli stessi grandi vini che imbottigliati viaggiano in tutto il mondo tenendo alto il nome della Romagna tutta e del Sangiovese di Romagna  in particolare. Questo perché ci teniamo a dare a tutti in nostri clienti il massimo della qualità, quando si parla di vini, ma non solo: l’azienda vinicola Trerè, infatti, produce e commercializza anche un’ottima grappa di Albana, grande uva romagnola conosciuta in tutto il mondo, un olio extravergine di oliva e un nocino che nascono direttamente dalla piante dei nostri amati poderi Saccona e Ca’ Lunga.

Un tempo in Romagna era diffuso un sistema di impianto vitivinicolo che prediligeva la quantità, per cui i ceppi per ettaro erano un massimo di 2000; ora i nostri nuovi impianti sono improntati alla scelta di 4000 piante per ettaro e al sistema di allevamento a “cordone speronato” questo per far produrre alla pianta pochi grappoli aumentando in questo modo la concentrazione sia degli zuccheri che delle sostanza coloranti per ottenere un vino organoletticamente più intenso nei profumi e nel gusto e di maggiore serbevolezza più adatto quindi anche all’invecchiamento.

Violeo

Romagna Sangiovese Sup. Ris. DOC

  • Sangiovese 100%

Il nostro vino più conosciuto è il Sangiovese di Romagna, l’unico vitigno internazionale di origine italiana che oltre ad essere alla base di molti vini in Italia (anche se noi Romagnoli ne rivendichiamo la primogenitura) ha varcato l’Oceano arrivando in California, Argentina, Cile, Sudafrica, Australia e Nuova Zelanda. Un vitigno che racchiude ad un tempo due anime: da un lato la tipicità, l’espressione del territorio, in particolare la Romagna dove affonda le radici, dall’altro l’internazionalità, una qualità innegabile e, non ultimo, un nome accattivante.

Le prime notizie del Sangiovese risalgono al ’600; si narra che durante un banchetto tenuto nel Monastero dei Frati Cappuccini in Santarcangelo di Romagna, alla presenza di Papa Leone XII ed illustri ospiti, fu servito questo vino prodotto dagli stessi monaci. Il vino fu molto apprezzato e ne fu chiesto il nome. Un monaco, con prontezza di spirito, disse che il vino si chiamava “Sunguis di Jovis” = Sangue di Giove (Sanjovese). Col passare degli anni, questo vino assunse a simbolo della terra di Romagna, grazie anche ad attenti ed intelligenti produttori. A livello nazionale le uve di Sangiovese da sole o associate ad altre, concorrono alla produzione di vini famosi quali il Brunello di Montalcino, i vari Chianti, Il Forgiano Rosso, il Rosso Conero e tantissimi altri. Il Sangiovese prodotto nell’area romagnola, negli ultimi dieci anni, ha riscontrato una visibile e costante crescita qualitativa, che nelle punte di eccellenza regge il confronto dei più famosi Sangiovese sopracitati. Si dice che il Sangiovese della Romagna (Sanzve’s) contenga il carattere dei romagnoli: franco, esuberante, schietto robusto ed ospitale e nello stesso tempo ruvido, all’esterno, ma sincero e delicato, all’interno. Secondo mio figlio, Massimiliano Fabbri, il Sangiovese rappresenta il sangue della sua gente.

TreRè: l’Arte del vino.

.

Ha nomi e volti nuovi il restyling delle etichette dei vini Trerè. Colori e tratti sono decisi, forti, iconografici e immediati. Per dare un impatto materico che ha lo scopo di riconoscere al vino il valore di essere esso stesso il frutto di un’arte. Un’arte che arriva dalla terra e passa attraverso il lavoro sapiente e appassionato di chi questo vino lo produce: una famiglia faentina che da tre generazioni porta avanti una ricerca mirata all’eccellenza della produzione artigianale. Da qui la scelta di uno stile distintivo e riconoscibile, che parla immediatamente di arte, e quindi anche di arte del vino. Per farlo con efficacia, ed aprire la strada all’immedesimazione, la tradizione viene illustrata con l’evidenza della semplicità: le radici restano, i codici cambiano. Attraverso un restyling mirato ad esaltare anche la passione e il gusto di piacere per ciò che si è, mentre si parla di creatività artigianale anche ad un pubblico giovane e di neofiti. Le nuove etichette portano nomi romagnoli che fanno eco ad una tradizione consolidata, risuonando in un contesto visivo dove la spiazzante immediatezza del tratto ne aumenta riconoscibilità e carattere. A tutto vantaggio di una visibilità d’impatto, più forte e distintiva. Il tratto schietto è il modo più autentico di raccontare una passione diventata arte.

Arlùs

Romagna Albana DOCG

Arlùs, dal dialetto Romagnolo, luccicare, rilucere, splendere. Questo vino secco è ottenuto da uve ALBANA 100%, una parte raccolte in vendemmia tardiva con la presenza della botrytis cinerea, la muffa nobile, che gli conferisce note caratteristiche al naso e una brillantezza invidiabile. Ideale con pasta fresca fatta a mano, un aperitivo con formaggi erborinati e preparazioni a base di crostacei.

Re Bianco

Romagna Colli di Faenza DOC bianco

La bellezza di questo vino, ottenuto con il 40% di CHARDONNAY e il 60% di SAUVIGNON BIANCO, sta nell’elegante complessità dei profumi e nel sapore opulento, vellutato e corposo. Anche il colore dorato e brillante lo rende “regale” e per questo si abbina perfettamente ad antipasti e primi piatti dagli ingredienti di pesce più pregiati.

Re Famoso

Ravenna Famoso IGT

Le prime notizie del FAMOSO (uva Rambella) risalgono al 1437 in alcuni documenti ritrovati a Lugo di Romagna. La particolare nota aromatica è la caratteristica perfettamente riconoscibile di questo vitigno. Famoso e Chardonnay sono un ottimo connubio per un vino fruttato ma non troppo intenso (lo Chardonnay stempra la vivacità del Famoso) che si abbina ai primi piatti e al pesce.

  • Sauvignon Blanc 60%
  • Chardonnay 40%
  • Chardonnay 60%
  • Famoso 40%

Giòja

Romagna Pagadebit DOC frizzante

Giòja, (dal dialetto Romagnolo) Dama, ganza, innamorata, amica Vino bianco frizzante a fermentazione naturale. Deriva dal vitigno MOSTOSA localmente denominato “PAGADEBIT ZENTIL”. Il profumo floreale ricorda il biancospino, il sapore è asciutto e sapido. Ideale come aperitivo e con piatti di pasta, pesce e carni bianche.

Curèna

Romagna Pignoletto DOC frizzante

Curèna, dal dialetto Romagnolo: Scirocco, nome di vento caldo che soffia tra levante e mezzodì. Vino Bianco Frizzante ottenuto da uve PIGNOLETTO, vitigno tipico delle provincie di Bologna e Ravenna. La fermentazione naturale lo rendono ideale come aperitivo e con pesce e primi piatti di pasta della cucina Romagnola.

Chardonnay

Chardonnay Ravenna IGT frizzante

Vintê (dal dialetto Romagnolo) Ventata, folata di vento. Vino frizzante ottenuto da uve CHARDONNAY dal profumo fruttato e sapore secco. È ottimo con tutte le preparazioni a base di pesce e piatti di pasta dai condimenti delicati, in particolare risotti a base vegetale (radicchio, zucca…).

Amarcord d'un ross

Romagna Sangiovese Sup. Ris. DOC

“Amarcord d’un ross”, dal dialetto Romagnolo, “Mi ricordo di un rosso”. Vino ottenuto da un attenta scelta di uve SANGIOVESE 85% e CABERNET SAUVIGNON 15%. Il vino matura in botticelle di rovere francese per circa 12 mesi. Rosso rubino con sfumature granato dal gusto di ciliegia e cioccolato. Si abbina ad arrosti e carni rosse.

Sperone

Romagna Sangiovese Superiore DOC

Sperone, dal nome tipico di una delle colture della vite più diffuse in Romagna. Questo vino è ottenuto da uve SANGIOVESE di cloni tipici Romagnoli. Il colore è rosso rubino intenso, il profumo di viola, il sapore morbido e consistente. Ottimo con la pasta fresca dai sughi saporiti e la nostra tradizionale carne alla griglia.

Lôna Bona

Romagna Sangiovese DOC

Lôna Bôna, dal dialetto Romagnolo, Luna Buona. Questo vino è ottenuto da 100% uve SANGIOVESE. Il colore è rosso rubino, il profumo caratteristico della viola mammola; giovane, fresco e fruttato è indicato per tutto il pasto.

  • Sangiovese 85%
  • Cabernet 15%
  • Sangiovese 85%
  • Merlot 10%
  • Syrah 5%
  • Sangiovese 100%

ReNero

Sangiovese Colli di Faenza DOC

Questo sangiovese in purezza si ottiene in una zona ristretta dei Colli di Faenza. L’attenta selezione e il breve affinamento in botticelle di rovere rendono il suo corpo importante con fascinose tinte violacee e il profumo intenso e piacevole con note di frutta matura. L’abbinamento ideale si ha con la pasta al sugo di carne, formaggi, carni rosse.

Montecorallo

Colli di Faenza Rosso Riserva DOC

Monte Corallo è il nome della nostra collina, che ci dona un vino importante, ottenuto da uve CABERNET SAUVIGNON 60%, MERLOT 30% e SANGIOVESE 10%, che matura un anno in piccole botti di rovere. Presenta un profumo di frutta rossa con sentori di vaniglia e caffèe un gusto avvolgente e vellutato. Ottimo con carni rosse e cacciagione.

Tre Rosè

Ravenna Syrah IGT Rosé

Tre Rosè è l’ultimo vino nato nella Cantina Trerè. E’ ottenuto dalla vinificazione di uve Syrah 85% e Sangiovese 15%. Presenta un profumo di piccoli frutti rossi con un gusto fresco e gradevole. Ottimo per aperitivo ed in abbinamento a crostacei

  • Sangiovese 100%
  • Sangiovese 10%
  • Merlot 30%
  • Cabernet Sauvignon 60%
  • Syrah 85%
  • Sangiovese 15%

Re Santo

Vino Bianco da Uve Passite

Questo vino passito, piacevolmente dorato, è ottenuto da uve ALBANA 85% e MALVASIA 15%, appassite in piccole cassette e fatto fermentare in piccole botti di rovere allier. Ottimo in abbinamento con pecorino di fossa e formaggi stagionati, torta di mele e uvetta e biscotteria secca.

Mròsa

Romagna Albana Passito DOCG

Mrösa, dal dialetto Romagnolo amante, amata, amorosa, dama. Ottenuto dall’appassimento delle uve sovramature e parzialmente ammuffite in campo. Il mosto ottenuto viene messo a fermentare in carati di Rovere da 250 litri. nelle quali rimane per 2 anni prima dell’imbottigliamento. Ottimo con formaggi stagionati, pasticceria secca e dessert.

  • Albana 85%
  • Malvasia 15%

Vini Spumanti

Viola

Spumante Extra Dry

Ottenuto dalla spumantizzazione con il metodo Charmat dell’ Uva Longanesi. Spumante del colore rosa tenue e il profumo di frutta fresca con note di frutti di bosco, fragrante e vivace. Al palato è vellutato, equilibrato e fresco.. Perfetto come aperitivo e con i crostacei e con la mitica piadina romagnola.

  • Uva Longanesi 100%

TreRè Brut

Spumante Brut

Ottenuto con il metodo Charmat lungo da uve Chardonnay e Famoso. Colore giallo paglierino, profumo di mela, pera e agrumi. Il sapore è vivace e fresco, ideale con antipasti, crostacei e affettati.

  • Chardonnay 80%
  • Famoso 20%

TreRè Dolce

Spumante dolce

Ottenuto con uva Malvasia. Ha un colore giallo paglierino con riflessi ambrati e profuma di gelsomino, melone e albicocca. Il sapore è dolce e armonioso, che lo rende perfetto anche per i palati più delicati. Viene fatto fermentare in vasche di acciaio con metodo charmat lungo. Si accompagna con dolci biscotti e crostate.

  • Malvasia 100%

Iscriviti GRATIS alla nostra Newsletter!

1. Contenuti speciali: ricette, abbinamenti...

2. Coupon esclusivi fino a - 40% sui nostri pacchetti

3. Sconti e-commerce fino a -20% sui nostri vini

Congratulazioni! Riceverai immediatamente una mail per confermare la tua iscrizione! :)

Shares
Share This